Skip to Content

tag

Tag Archives: emissioni

post

Il 2013 è stato l’anno del carpooling

Oggi il possesso di un’automobile, dati alla mano, sta diventando particolarmente gravoso: bollo, assicurazione, tasse, manutenzione ordinaria e straordinaria, pneumatici. Appena usciamo dal nostro garage dobbiamo preoccuparci di problemi di parcheggio, caro carburante, spese di pedaggio e naturalmente traffico (che oltre a consumare la nostra macchina, consuma anche il nostro benessere): un vero salasso per le nostre tasche. L’odissea nel traffico è servita.

Tuttavia il viaggio auto condiviso (in inglese carpooling o ridesharing) ci viene incontro. I sistemi di condivisione del viaggio sono ormai una realtà: per risparmiare, per essere efficienti, per consumare meno, per socializzare, per fare del bene all’ambiente. Il principio è semplice: meno macchine – meno costi – meno stress.

…continua »

post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #7 Viaggiare in autostrada a 110 km/h

L’autostrada: la usiamo spesso, chi per lavoro, chi per le vacanze, chi semplicemente per un weekend fuori porta, chi per trovare i parenti fuori città ecc. Durante i tragitti autostradali nascono discussioni e chiacchierate, scambi di opinioni, ma anche accesi dibattiti: non stupisce che molte amicizie sono nate qui, come confermano i nostri clienti nelle loro recensioni sull’esperienza di carpooling.

Ma, oltre alla sua particolarità dovuta al “valore sociale” che riveste in determinate circostanze, l’autostrada mostra delle specificità da numerosi altri punti di vista: è un tipo di strada speciale, larga, percorribile a velocità sostenuta e per un lasso di tempo tendenzialmente mediolungo, elementi che contribuiscono a rendere l’esperienza autostradale diversa rispetto a un normale viaggio (extra)urbano.

Due domande nascono spontanee: è possibile agire sul consumo di carburante in autostrada in modo da ottenere un risparmio? In secondo luogo, esiste una velocità consigliata da tenere in autostrada?
Lo scopo è chiaramente mediare tra una velocità consona e il risparmio durante gli spostamenti autostradali, nel rispetto delle norme vigenti. Nasce così il sesto articolo del Decalogo dell’automobilista virtuoso, iniziativa Flootta per M’illumino di meno 2014.

…continua »

post

Decalogo dell’automobilista virtuoso: #5 Uso intelligente del climatizzatore

Il Decalogo dell’automobilista virtuoso e M’illumino di meno 2014, un binomio vincente anzi intelligente perché risparmio e sostenibilità possono andare a braccetto: vettura in buone condizioni e guida regolare, e i viaggi solitari o condivisi (carpooling) cambiano faccia.
E’ giunto quindi il tempo di partire.

Se non erano soddisfatti della temperatura nell’abitacolo della proprio auto, i nostri padri e i nostri nonni avevano una sola soluzione: con olio di gomito si alzava o si abbassava la manovella dei finestrini, ottenendo risultati però alterni (per usare un eufemismo) e molto casuali. Potete immaginarvi l’entusiasmo generale. Da una quindicina d’anni a questa parte è pressoché di serie su tutte le automobili uno strumento utile quanto prezioso, il climatizzatore.

Ecco quindi il quinto dei consigli: …continua »

post

Smart city e smart mobility, queste sconosciute

Che bellezza questa Smart city e smart mobility… ma cos’è?

Probabilmente, se viviamo in Italia, tutto ciò a cui siamo abituati a pensare quando si parla di “smart” sono quei fantastici confetti colorati che ci piacevano da piccoli (Smarties), la biposto tedesca che si parcheggia dappertutto (SMART) e, per i più tecnologici di noi, i più moderni telefonini touch-screen (Smartphone). Provate a fare un test fra i vostri conoscenti. Quanto di loro vi risponderanno “Smart city” o “Smart mobility” se interrogati sulle possibili varianti che partono da smart?

La cosa più semplice da fare, quando si parla di smartness in Italia, è una semplice traduzione: cio che è smart in inglese, in italiano diventa un mix fra intelligente, brillante, acuto. Cosa succede, quindi, se a diventare smart sono le città o, addirittura, la mobilità? …continua »

post

Pronti al via gli eco incentivi GPL, metano e mobilità sostenibile 2013-2015

Finalmente arrivano buone notizie. E questa volta, anche se si tratta sempre di mobilità sostenibile, non pariamo di carpooling: stanno per arrivare gli eco incentivi 2013 – 2015 per auto elettriche, ibride, gpl, metano e basse emissioni. Una splendida notizia, soprattutto in un momento in cui il mercato dell’auto è in crisi e il solo settore in crescita è proprio quello delle auto con alimentazione alternativa.

È della scorsa settimana, infatti, la pubblicazione del sito del Ministero dello Sviluppo economico dedicato agli incentivi auto 2013 – 2015 per l’acquisto di veicoli a basse emissioni: una pubblicazione che porta con se un ammontare di 40 Milioni di Euro per questo primo anno di incentivi per privati e aziende. …continua »

post

Carpooling, GPL, metano e un buon appuntamento: che combinazione vincente!

In un post dello scorso mese abbiamo avuto modo di parlare di carpooling, emissioni CO2 e modelli di auto. Oggi torniamo a parlare di carpooling e di auto, ma in maniera diversa.

La notizia non è certo nuova: il mercato dell’auto è in crisi e i dati di quest’ultimo periodo evidenziano cifre importanti. Con percentuali di decrescita attorno al 15-20% rispetto all’anno precedente – che pure non è ricordato come anno di vendite record -, il mercato automobilistico è in crisi così profonda che, assieme al mercato immobiliare, resta probabilmente il settore che sta incontrando le più grandi difficoltà in tutto il panorama economico internazionale. Le auto, comunque, non sono l’unico mezzo di trasporto a risentire del calo dei consumi. Anche il mercato motociclistico non sta vivendo un buon momento, anche qui, per dirla come il Sole 24 Ore, si parla di una “costante emorragia di vendite”. I dati, effettivamente, non sono rassicuranti: proprio come per il mercato automobilistico, la situazione è stabile attorno a percentuali del -20%. …continua »

post

Carpooling per gruppi? Una nostra responsabilità, ma…

“Noi di Flootta” proponiamo una particolare tipologia di mobilità sostenibile: Carpooling per gruppi.

Ma il titolo del post di oggi non fa riferimento al “noi di Flootta”, “noi” come azienda. Oggi parliamo di un Noi più diffuso, più importante, con la N maiuscola. Oggi parliamo della responsabilità di ciascuna singola persona, non tanto in contrapposizione a quella delle aziende, ma in sinergia.

Qualche giorno fa Diana Guzmán, Director Southern Europe di CDP (Carbon Disclosure Project), ha rilasciato un’interessante intervista per Green Revolution, blog italiano che si occupa di tematiche economico-finanziarie legate allo sviluppo sostenibile e la tutela dell’ambiente.

Le parole della direttrice hanno molto colpito noi di Flootta, ma cosa più importante, dovrebbero colpire anche Noi come gruppi di cittadini legati da un interesse comune: il nostro pianeta. Nell’intervista, come risposta all’ultima domanda dell’intervistatore, Diana Guzmán afferma: …continua »

post

Carpooling, emissioni CO2 e modelli di auto

Carpooling, emissioni di CO2, SUV, utilitaria, metano, risparmio…

Avete mai pensato a quanto pesano i vostri spostamenti in auto in termini di emissioni di CO2. Se leggete questo blog sicuramente lo avete fatto. Ma cosa succede quando oltre a trasportare il vostro iPhone, trasportate anche qualche amico che fa lo stesso tragitto, scegliendo il carpooling? Semplice, le emissioni rimangono – pressappoco – le stesse, ma l’impatto ambientale della singola persona è dimezzato. Non serve essere un genio per arrivarci. Così, se oltre al vostro amico trasportate anche la sua amica, l’impatto si riduce a un terzo. E così via.

Tuttavia sappiamo che le emissioni dipendono sostanzialmente dal mezzo che conduciamo, quindi chi guida una piccola auto a metano, rispetto a chi guida un SUV a benzina, dovrebbe dormire sonni più tranquilli. …continua »